Definizione del problema

L’adolescenza e la prima età adulta sono periodi in cui si corrono rischi e si sperimenta, spesso anche con il consumo di sostanze. Le scuole e gli istituti di istruzione superiore sono ambienti importanti nei quali raggiungere i giovani, sebbene alcuni gruppi vulnerabili possano non essere ben rappresentati al loro interno.

Nelle scuole, l’obiettivo principale è prevenire o ritardare l’età del consumo di sostanze stupefacenti nonché sviluppare le capacità decisionali.

I ragazzi con problemi di assenteismo o abbandono scolastico o con problemi comportamentali, come ad esempio la scarsa capacità di controllare gli impulsi, hanno un rischio più elevato di sviluppare forme problematiche di consumo di sostanze. Ciò rende le scuole un ambiente importante per l’identificazione precoce degli individui a rischio.

La maggiore indipendenza dei giovani che frequentano gli istituti di istruzione superiore e la tendenza a un aumento del consumo di alcol e di sostanze stupefacenti in questa fascia d’età rende tali istituti un contesto importante per la riduzione dei danni e per la segnalazione dei giovani che stanno evidenziando problemi ai servizi specializzati.

Strategie di intervento

Il consumo di sostanze stupefacenti tra la popolazione scolastica è generalmente basso e può far parte di un più ampio modello di problemi comportamentali e di comportamenti a rischio. Pertanto, gli interventi devono affrontare i determinanti più ampi dei comportamenti a rischio e impulsivi, piuttosto che il consumo di stupefacenti in isolamento.

  • La maggior parte degli interventi nelle scuole è rivolta a tutto il corpo studentesco e al personale scolastico. Gli interventi supportati da evidenze attuali includono: programmi di prevenzione universale basati sulle evidenze che si concentrano sullo sviluppo di competenze sociali, della capacità di rifiutare la droga e dell’autonomia decisionale, e sulla correzione di idee errate sul consumo di stupefacenti;
  • politiche scolastiche sull’uso di sostanze di stupefacenti;
  • interventi intesi a sviluppare un ambiente educativo protettivo e accogliente, che promuova l’apprendimento e che stabilisca regole chiare circa il consumo di sostanze.

Altri modelli che possono risultare efficaci includono eventi o interventi che coinvolgono i genitori e gli interventi tra pari.

Il quadro europeo

Tra gli interventi di comprovata efficacia, il divieto di fumare nelle scuole è segnalato da tutti i paesi monitorati, mentre 21 paesi segnalano l’esistenza di politiche sul consumo di stupefacenti nella maggior parte delle scuole. I programmi intesi a sviluppare competenze personali e sociali sono meno ampiamente diffusi: soltanto undici paesi ne segnalano la presenza nella maggior parte delle scuole. Questa cifra è inferiore rispetto al numero dei programmi che si limitano soltanto a fornire informazioni, i quali, nonostante non siano risultati efficaci, sono presenti nella maggior parte delle scuole in 16 paesi.

Vi sono inoltre evidenze dell’efficacia di altri tipi di programmi. Tra questi, i programmi che prevedono l’intervento di persone di pari età sembrano essere relativamente rari, mentre sono più diffuse le iniziative creative extracurricolari e gli eventi per i genitori. I test antidroga sugli studenti non sono raccomandati e sono utilizzati di rado; sono stati segnalati soltanto in alcune scuole in dieci paesi.

Sintesi delle evidenze disponibili

Interventions in schools and colleges

Strategia di intervento Qualità dei dati

Effective school-based prevention programmes can delay initiation of use. These are manual-based and develop social competences and refusal skills, healthy decision-making and coping, and correct normative misperceptions about drug use. Ideally they should be provided within the context of a school drug policy.

moderate quality evidence

Substance use-related problems may be reduced by providing a protective and nurturing educational environment that is conducive to learning and establishes clear rules about substance use.

moderate quality evidence

There are evidence-based programmes for primary schools, which — without explicitly addressing substances — have effects on impulse-control and, therefore, potentially on later substance use and mental health problems. They have immediate effects on learning and classroom climate.

moderate quality evidence

Interventions that only provide information about the risks of drug use have not been found to be effective in preventing drug use.

higher quality evidence

Legenda

  • speedometer at high Dati di alta qualità— una o più revisioni sistematiche (systematic reviews) aggiornate che analizzano studi primari di alta qualità con risultati concordi. Le evidenze supportano l’utilizzo dell’intervento nel suo contesto di valutazione.
  • speedometer at medium Dati di media qualità— una o più revisioni aggiornate che analizzano vari studi primari di qualità per lo meno moderata con risultati generalmente concordi. Le evidenze suggeriscono che questi interventi sono probabilmente utili nel contesto di valutazione, ma si raccomandano ulteriori valutazioni.
  • speedometer at low Dati di bassa qualità— quando vi sono alcuni studi primari di qualità elevata o moderata ma mancano revisioni OPPURE le revisioni esistono ma forniscono risultati discordi. Attualmente vi sono poche evidenze, ma quelle disponibili sono promettenti. Ciò fa ritenere che tali interventi possano svolgere un ruolo, in particolare nel contesto dell’estensione dei servizi per affrontare esigenze nuove o attualmente senza risposte, ma valutandone l’efficacia.

Implicazioni per le politiche e le prassi

Elementi di base

  • Le scuole sono un luogo importante di contatto con gli adolescenti e i loro genitori, oltre a favorire l’identificazione di individui a rischio da sottoporre a interventi mirati.
  • Le autorità scolastiche dovrebbero assicurare che le scuole attuino programmi di prevenzione basati sulle evidenze e prevedano politiche adeguate in materia di droga. Tali programmi non dovrebbero mirare solo a ridurre il consumo di stupefacenti, ma anche a ridurre la violenza, a migliorare l’apprendimento e i risultati scolastici e a creare un clima migliore nelle scuole, tutti risultati di interesse intrinseco per il settore dell’istruzione.
  • Programmi di prevenzione diffusi ma che si sono rivelati inefficaci andrebbero sostituiti da altri, di dimostrata efficacia, il cui numero sta crescendo.

Opportunità

  • Sviluppare sistemi che incoraggiano o obbligano scuole e istituti a ricorrere a programmi basati sulle evidenze piuttosto che a programmi inefficaci: fornire sostegno a una tale politica consentirebbe un uso più efficiente delle risorse.

Lacune

  • Le evidenze relative all’efficacia dei programmi nelle scuole sono molto limitate; tuttavia, nell’epoca presente, caratterizzata da un alto rischio di consumo di sostanze stupefacenti, è necessario adottare programmi appropriati per questo contesto.

Explore all resources in the Best practice portal

Collaborations and partnerships in best practice

logo of the cochrane collaboration  grade logo   grade logo  Health Evidence Network, WHO Europe