Schede informative su politiche e praticheProblemi correlati al consumo di cannabis: misure di contrasto

Definizione del problema

Il consumo di cannabis può provocare o aggravare una serie di problemi di salute fisica e mentale nonché di tipo sociale ed economico. La probabilità di insorgenza dei problemi è superiore se il consumo inizia in giovane età e successivamente diventa regolare e a lungo termine. Pertanto, gli obiettivi primari delle risposte sociosanitarie al consumo di cannabis e ai relativi problemi dovrebbero essere:

  • prevenire il consumo o ritardarne la comparsa negli adolescenti e nei giovani adulti;
  • prevenire il passaggio del consumo di cannabis da occasionale a regolare;
  • ridurre le modalità d’uso dannose;
  • predisporre interventi, compreso il trattamento, per le persone il cui consumo di cannabis è diventato problematico.

Strategie di intervento

  • Programmi di prevenzione quali gli interventi scolastici multicomponente che sviluppano competenze sociali e la capacità di dire no, di prendere decisioni corrette e di affrontare le difficoltà, e correggono i preconcetti errati sul consumo di stupefacenti; interventi familiari; interventi strutturati via computer.
  • Interventi brevi, ad esempio, colloqui motivazionali svolti presso i reparti ospedalieri di emergenza o negli ambulatori dell’assistenza primaria.
  • Trattamento: la ricerca suggerisce che la terapia cognitivo-comportamentale, i colloqui motivazionali e la gestione delle emergenze possono ridurre il consumo di cannabis e il relativo danno nel breve periodo; la terapia familiare multidimensionale può ridurre il consumo nei giovani pazienti molto gravi; alcuni interventi online e al computer possono ridurre il consumo di cannabis nel breve termine.
  • Gli interventi di riduzione dei danni, ad esempio, affrontano i danni correlati al consumo di cannabis per inalazione, specialmente quando viene mescolata col tabacco.

Il quadro europeo

  • La prevenzione universale è diffusa ma non sempre è basata sulle evidenze. Gli approcci di prevenzione selettiva vengono utilizzati in alcuni paesi europei, più spesso a favore di giovani autori di reati o ricoverati in istituti di cura, ma mancano dati sulla loro efficacia. Sembra che gli approcci di prevenzione “mirata” e gli interventi brevi descritti sopra non siano molto diffusi.
  • Molti paesi dell’UE prevedono trattamenti alle persone con dipendenza da cannabis nell’ambito di programmi generici per i consumatori di sostanze, mentre programmi specifici per la cannabis sono disponibili in metà dei paesi. La maggior parte dei trattamenti è erogata nelle comunità locali o presso strutture ambulatoriali o, sempre più spesso, online.

Sintesi delle evidenze disponibili

Interventi volti a prevenire o ritardare il consumo di cannabis

Strategia di intervento Qualità dei dati

Gli interventi multicomponente possono ridurre il consumo di alcol e cannabis se attuati nelle scuole utilizzando metodi che includono l’influenza sociale, la correzione delle percezioni errate e lo sviluppo di competenze sociali e della capacità di rifiutare la droga offerta. I programmi che si limitano soltanto a fornire informazioni sui rischi legati al consumo di sostanze stupefacenti non sono risultati efficaci nella prevenzione del consumo.

dati di media qualità

Gli interventi di sensibilizzazione dell’intera famiglia, quali Familias Unidas, Focus on Kids, Strengthening Families 10–14, possono essere efficaci nella prevenzione del consumo di cannabis se messi in atto in diversi ambiti e contesti.

dati di media qualità

Gli interventi strutturati via computer possono essere efficaci nella prevenzione del consumo di cannabis se messi in atto nelle scuole o in gruppi familiari.

dati di bassa qualità

Gli interventi basati su colloqui motivazionali mirati ai consumatori di cannabis possono essere efficaci se impiegati nei reparti di pronto soccorso o nei servizi di assistenza primaria.

dati di bassa qualità

Non è chiaro se gli interventi brevi attuati nelle scuole possano ridurre il consumo di sostanze stupefacenti tra i giovani; tuttavia, alcuni dati suggeriscono che possono avere un impatto, seppure limitato, sul consumo di cannabis.

dati di bassa qualità

Legenda

  • speedometer at highDati di alta qualità— una o più revisioni sistematiche (systematic reviews) aggiornate che analizzano studi primari di alta qualità con risultati concordi. Le evidenze supportano l’utilizzo dell’intervento nel suo contesto di valutazione.
  • speedometer at mediumDati di media qualità— una o più revisioni aggiornate che analizzano vari studi primari di qualità per lo meno moderata con risultati generalmente concordi. Le evidenze suggeriscono che questi interventi sono probabilmente utili nel contesto di valutazione, ma si raccomandano ulteriori valutazioni.
  • speedometer at lowDati di bassa qualità— quando vi sono alcuni studi primari di qualità elevata o moderata ma mancano revisioni OPPURE le revisioni esistono ma forniscono risultati discordi. Attualmente vi sono poche evidenze, ma quelle disponibili sono promettenti. Ciò fa ritenere che tali interventi possano svolgere un ruolo, in particolare nel contesto dell’estensione dei servizi per affrontare esigenze nuove o attualmente senza risposte, ma valutandone l’efficacia.

Trattamento del consumo problematico di cannabis

Strategia di intervento Qualità dei dati

Gli interventi comportamentali (p. es. la terapia cognitivo-comportamentale, i colloqui motivazionali e la gestione delle emergenze) possono ridurre il consumo e migliorare le competenze psico-sociali negli adulti e negli adolescenti nel breve termine.

dati di media qualità

La terapia familiare multidimensionale aiuta a ridurre il consumo e ad aumentare l’aderenza dei pazienti alla terapia, specialmente nei giovani con dipendenza grave.

dati di media qualità

Gli interventi online e tramite computer possono essere efficaci nella riduzione del consumo di cannabis, almeno nel breve termine, in quanto rappresentano una modalità poco costosa di raggiungere un elevato numero di consumatori di cannabis.

dati di bassa qualità

Legenda

  • speedometer at highDati di alta qualità— una o più revisioni sistematiche (systematic reviews) aggiornate che analizzano studi primari di alta qualità con risultati concordi. Le evidenze supportano l’utilizzo dell’intervento nel suo contesto di valutazione.
  • speedometer at mediumDati di media qualità— una o più revisioni aggiornate che analizzano vari studi primari di qualità per lo meno moderata con risultati generalmente concordi. Le evidenze suggeriscono che questi interventi sono probabilmente utili nel contesto di valutazione, ma si raccomandano ulteriori valutazioni.
  • speedometer at lowDati di bassa qualità— quando vi sono alcuni studi primari di qualità elevata o moderata ma mancano revisioni OPPURE le revisioni esistono ma forniscono risultati discordi. Attualmente vi sono poche evidenze, ma quelle disponibili sono promettenti. Ciò fa ritenere che tali interventi possano svolgere un ruolo, in particolare nel contesto dell’estensione dei servizi per affrontare esigenze nuove o attualmente senza risposte, ma valutandone l’efficacia.

Implicazioni per le politiche e le prassi

Elementi di base

  • Le risposte principali in quest’ambito comprendono approcci di prevenzione generali mirati a scoraggiare o a ritardare il consumo, interventi brevi mirati a chi ha problemi di minore entità e trattamenti strutturati per chi ha problemi più gravi.

Opportunità

  • È opportuno dedicare maggiore attenzione agli approcci di riduzione dei danni da consumo di cannabis, in particolare riguardo ai modelli di consumo e all’utilizzo della cannabis mescolata col tabacco.
  • Maggiore utilizzo degli approcci e-health (sanità elettronica)
  • I nuovi quadri normativi relativi alla cannabis che stanno emergendo a livello globale possono fornire preziose informazioni sui pro e i contro delle diverse modalità di regolamentazione e sul loro probabile impatto sulle risposte ai problemi legati al consumo di cannabis.

Lacune

  • Resta necessario acquisire una migliore comprensione della natura dei disturbi connessi alla cannabis e delle opzioni terapeutiche più efficaci e appropriate per i diversi pazienti.
  • Al fine di assicurare l’erogazione di servizi adeguati ed efficaci è necessario un quadro informativo più esaustivo dei tipi di trattamento per l’uso di cannabis ai quali si sottopone un numero crescente di persone in Europa.

Explore all resources in the Best practice portal

Collaborations and partnerships in best practice

logo of the cochrane collaboration  grade logo   grade logo  Health Evidence Network, WHO Europe