Definizione del problema

Nella presente sezione, per “comunità” si intende un gruppo di individui accomunati dallo stesso ambito territoriale e amministrativo.

Le comunità locali possono dare un contributo importante alla risposta alla droga tramite iniziative e azioni di impegno civile dal basso. In Europa, i comuni e le amministrazioni locali sono spesso i principali motori nell’elaborazione e applicazione di strategie.

  • Le comunità possono contribuire alla risposta al problema della droga in vari modi, quali:
  • fungendo da sedi di intervento alternative (p. es. rispetto alle scuole o ai servizi dedicati);
  • formulando risposte mirate specificamente ai danni correlati al consumo di droga che hanno un impatto sulle comunità locali;
  • facendosi coinvolgere negli interventi relativi ai problemi di droga.

Strategie di intervento

  • Lo sviluppo di piani di comunità a livello locale per coordinare le attività sulla base delle esigenze locali;
  • le iniziative di prossimità a livello locale, che forniscono servizi agli individui e ai gruppi che non sono raggiunti in modo efficace dai servizi a sede fissa o dai canali tradizionali di promozione della salute;
  • le attività alternative per i giovani della comunità, che cercano di ridurre il consumo di droga e la partecipazione alle gang tra i soggetti vulnerabili proponendo loro attività positive che aumentano l’autostima e le capacità di gestione della propria vita;
  • programmi di compensazione delle conseguenze del consumo di droga registrate nella comunità, ossia sul territorio, per esempio iniziative di pulizia per la raccolta di aghi e altri rifiuti legati al consumo di droga e centri per il consumo controllato;
  • interventi a livello di comunità, quali le coalizioni di comunità e i programmi “Communities that Care” (comunità che si prendono cura).

La definizione delle comunità e gli approcci finalizzati alla loro partecipazione variano da paese a paese in Europa.

Il quadro europeo

In alcuni paesi sono stati adottati approcci di prevenzione rivolti ai quartieri ad alto rischio, che utilizzano nuovi metodi, compresa la riprogettazione degli spazi urbani. Si segnalano interventi di questo genere soprattutto nell’Europa settentrionale e occidentale; tuttavia, le iniziative che si sono rivelate efficaci (di tipo normativo e ambientale) sono attuate in poco più di un quarto dei paesi.

Paesi quali Germania, Paesi Bassi, Croazia e Regno Unito aderiscono al programma “Communities that Care” (CTC). Inoltre, il Belgio sta conducendo uno studio sull’impiego del CTC per la prevenzione dei reati.

Mancano dati sistematici sugli interventi nelle comunità locali. La varietà degli interventi, la loro scala locale e il fatto che spesso combaciano con iniziative di salute pubblica e di prevenzione dei reati su più ampia scala ne rende difficile il monitoraggio.

La condivisione delle migliori prassi può essere attuata tramite reti, che possono anch’esse abbracciare una gamma più ampia di temi o essere progettate ad hoc per un certo tipo di intervento. Effettuare un censimento di tali reti per avere una visione più chiara dei diversi approcci adottati in Europa rispetto agli interventi su scala territoriale può costituire un utile punto di partenza per la condivisione delle migliori prassi e il monitoraggio dei servizi.

Sintesi delle evidenze disponibili

Nessuna prova

Attualmente non si dispone di evidenze che soddisfino il nostro criterio di inclusione.

Implicazioni per le politiche e le prassi

Elementi di base

  • Politiche e interventi in materia di droga che affrontano i disagi e i danni subiti dalla comunità sul territorio.
  • Partecipazione delle comunità locali all’erogazione di servizi, p. es. programmi multicomponente di prevenzione delle tossicodipendenze.
  • Servizi di prossimità rivolti alle persone che non si rivolgono ai servizi fissi.

Opportunità

  • La partecipazione della comunità può contribuire a destigmatizzare i consumatori facilitando così l’erogazione di servizi.
  • In alcune aree si può valutare la fattibilità di introdurre centri per il consumo controllato o altre misure volte a ridurre i disagi causati alla comunità dal consumo di droga in luoghi pubblici.

Lacune

  • Mancano informazioni adeguate sulla disponibilità e le caratteristiche dei servizi di contrasto ai danni subiti dalle comunità e sulla loro efficacia.
  • Vi sono scarse evidenze in merito all’efficacia degli interventi di comunità, a livello di territorio, perciò è importante condurre ricerche in questo settore.

Explore all resources in the Best practice portal

Collaborations and partnerships in best practice

logo of the cochrane collaboration  grade logo   grade logo  Health Evidence Network, WHO Europe